Programma

Biglietti

“The ties that bind, now you can’t break the ties that bind”

La decima edizione del Trieste Calling The Boss, per la prima volta in estivo, partirà con un warm-up acustico in Piazza Verdi dove tra uno stuzzichino e un aperitivo ascolteremo alcune canzoni del repertorio rock/blues americano e qualche pezzo di Bruce eseguiti da un bellissima voce femminile.

Poi ci si sposterà per la prima serata al Castello di San Giusto, sul palco piccolo, dove continuerà ad essere protagonista la voce femminile: si partirà infatti con un tributo acustico al Boss di varie voci femminili e si terminerà con il live di Vanessa Peters che stavolta torna al nostro festival con tutta la band!

Per il Castello di San Giusto: entrata libera con prenotazione obbligatoria.

"Everybody needs a place to rest, everybody wants to have a home"

La seconda giornata del festival prevede anche in questo caso un doppio appuntamento in Piazza Verdi e al Castello di San Giusto.

Nel pomeriggio uno speciale evento dedicato ai 40 anni del disco di Bruce “The River”, uscito nel 1980, e poi di sera un’originale combinazione di 2 personaggi noti anche al pubblico televisivo che porteranno musica, racconti e comicità.

E non mancherà la musica grazie alla reunion di uno dei gruppi più amati negli ultimi anni a Trieste…

Platea gold: 12 € + dp
Platea: 10 € + dp
Platea laterale: 8 € + dp

"Now you can’t walk away from the price you pay"

La serata finale del festival prevede una full immersion nella musica di Bruce.

Si inizierà con 3 band triestine che porteranno loro personali versioni delle canzoni di Springsteen in chiave blues, rocknroll e … punk!

E poi il gran finale con i Blood Brothers, in assoluto e senza dubbi la miglior tribute band europea con uno speciale spettacolo che vedrà alcune canzoni dell’ultimo album “Letter to you” inserite in una setlist che strizzerà l’occhio al The River tour del 1980.

Platea gold: 18 € + dp
Platea: 15 € + dp
Platea laterale: 12 € + dp

"Two hearts are better than one, two hearts girl get the job done"

L’ultima giornata del festival come sempre sarà all’insegna di una buon pranzo all’aria aperta, musica, divertimento e, per chi vuole… un tuffo in piscina!

Saremo infatti in un campeggio sul Carso che offrirà tutto questo per chiudere alla grande anche questa edizione e non mancherà ovviamente la musica adatta ad una bella festa che si terrà anche in caso di maltempo.

Entrata riservata ai partecipanti al pranzo con prenotazione obbligatoria.

  • Grigliata carne adulti + contorno + bibita + concerti = 23 €
  • Menù vegetariano adulti + contorno + bibita + concerti = 23 €
  • Menù bambini + contorno + bibita + concerti = 15 €

Artisti

Vanessa Peters Band

Artista libera che ama definirsi una “zingara errante”, porta con sé un folk genuino di altri tempi, arricchito di sonorità country, melodie indie e incursioni rock. La cantautrice affonda le sue radici nel profondo Texas, culla del country, dove è nata nel 1980 e al quale è rimasta sempre legata. Apprezzata ovunque per la sua ammaliante voce, è stata accostata di volta in volta a protagoniste della scena musicale come Lucinda Williams, Emmylou Harris, Patty Griffin, Suzanne Vega, Beth Orton e Aimee Mann.

Da alcuni anni è ormai conosciuta anche in Italia e stavolta arriva per la promozione dell’ultimo cd «Modern Age». Vanessa non è solo un’ottima performer di musica americana, ma è anche un’artista di palese curiosità e voglia di sperimentare, legata alle radici ma estremamente duttile e aperta a nuovi orizzonti.

Dopo una prima esibizione in duo acustico al Teatro Miela di alcuni anni fa, ritorna a Trieste stavolta con tutta la band.

Laura Clemente & Andrea Girardo

Ventennale esperienza per Laura spaziando dal Jazz al soul, dal rock al blues ed arrivando anche in finale di Sanremo Giovani con la Pausini e Nicolò Fabi; Andrea anche con lunga esperienza e protagonista per anni con la band Daniele Stallone & his loud roll shuffle.

Amber

Giovanissimo talento triestino, grandissima artista emergente con una voce pura e calda. Ama esibirsi lungo le strade cittadine ed è già stata addocchiata da più etichette discografiche…

Gabry & Monte

Gabriella Vatti inizia a cantare alla Scuola di Musica 55 di Trieste. Con Andrea Monterosso rielabora alcuni dei loro pezzi preferiti con un’impronta personale e creativa. Il feeling cresce fino a quando alcune musiche e poesie di Gabriella, rimaste nel cassetto fino a quel giorno, diventano canzoni. Monterosso ha studiato violino presso il conservatorio G. Tartini di Trieste, inoltre ha studiato chitarra (classica, acustica ed elettrica). Si è cimentato in vari progetti, dall’hardcore, metal, southern rock degli Sloth Machine alla irish music dei Wooden Legs, con cui ha realizzato due cd.

Carlo Ozzella

Cantautore milanese, con un progetto personale dedicato alla propria musica originale e leader di varie band tra cui i Barbablues e la The 57th Street Band, tribute band di Springsteen.

Antonio Ornano

Antonio ha diviso la passione per la musica con quella per il teatro e il cinema (conta perfino una partecipazione alla soap “Beautiful”), finché intraprende il filone della comicità e finisce in tv (da “Scorie” e “Quelli che il calcio” sulla Rai alle “Iene” e “Zelig” su Mediaset), a San Giusto porta “Stand Up Rock”, spettacolo di uno stand up comedian che si lascia totalmente sopraffare dalla propria passione per la musica, quella rock in particolare. Nel mettere a nudo, e quindi in ridicolo le proprie e le altrui fragilità, Antonio Ornano questa volta non squarcia solo l’ipocrisia di una società che ci vuole sempre vincenti e perfetti ma racconta anche, dalla sua prospettiva, le band e gli artisti che hanno rappresentato la colonna sonora della sua vita. Non è il punto di vista di un critico, di un addetto ai lavori e tanto meno di un musicista, bensì quello di un fan sfegatato che con il passare degli anni gode come un matto a parlare dei propri eroi, continua a idolatrarli ma in maniera diversa. E da gran fan di Bruce non mancheranno le citazioni …

Joe Bastianich & La Terza Classe

famoso imprenditore nella ristorazione ma anche personaggio televisivo e cantante, figlio di esuli istriani nato a New York, fin da piccolo si appassiona alla musica, con ascolti che vanno dai Led Zeppelin ai Ramones passando per David Bowie e i Rolling Stones. Questa passione sconfinata emerge anche nei programmi televisivi realizzati in esclusiva per Sky Arte HD che lo hanno coinvolto, tra i quali “On The Road”, nel quale si è confrontato con la grande musica popolare italiana e ha avuto modo di conoscere La Terza Classe, band dedita al folk e bluegrass nata nel 2012 per le strade di Napoli e approdata al noto show tv americano “Music City Roots” e successivamente alla semifinale dell’edizione italiana 2016 di “Italia’s Got Talent”.
Il suo album “Aka Joe” è uscito a settembre 2019. Scrivere canzoni è una terapia per Bastianich, che ha dichiarato la presenza dei suoi ricordi nelle tracce: «La musica per me rappresenta l’espressione più pura, l’emozione più vicina al cuore». A marzo ha pubblicato l’instant song “One City Man”, un inno d’amore dedicato alla sua New York, che nonostante periodi bui trova sempre l’energia per rialzarsi.

Renato Tammi

Torinese, leader di varie formazioni musicali e della The SpringStreet Band, nota tribute band di Springsteen.

Ivo Tull Trio

Il gruppo formatosi nel 2014, vede Giulio Roselli alla batteria, Alessandro Leonzini al basso e Ivo Tull alle chitarre e voce, quest’ultimo anche in veste di autore, propone una sua visione di blues transfrontaliero con testi in sloveno. Musica intensa, sfacciata ma anche delicata e poetica, suonata con chitarre artigianali costruite da Ivo con una teglia di alluminio e legno di riciclo, “cigar box guitars” e padelle per dare a questa musica sonorità di altri tempi.

Blood Brothers - The Bruce Springsteen Show

L’unica tribute band in Europa in grado di riproporre l’energia del più grande live performer di sempre e con alle spalle alcuni tour teatrali prodotti interamente dalla Good Vibrations (Canto Libero, 40 Fingers, Acqua e Sale, 6 Pence..).

Lo show è diverso in ogni rappresentazione e si vivranno almeno due ore di emozioni senza sosta, ripercorrendo un repertorio fatto di storie nelle quali ognuno si potrà riconoscere come protagonista.  Le setlist dei Blood Brothers comprendono i grandi successi del cantautore del New Jersey come Born in The Usa, Born To Run, Hungry Heart, Badlands, Dancing in the dark ma punta anche a sfamare i fan più esigenti proponendo chicche e brani eseguiti pochissime volte dallo stesso Boss del New Jersey. E in questa speciale serata ci sarà un occhio di riguardo verso il The River tour del 1980 ed ai pezzi dell’ultimo album “Letter to you”.

I Blood Brothers nascono da un’idea di Francesco Zerbino (voce e chitarra), che dopo essersi diplomato al conservatorio in Percussioni ed aver girato il mondo come batterista, decide di dare inizio a un progetto che va oltre la riproduzione precisa di suoni e movenze tipiche di una tribute band, un progetto che oltre alla ricerca dei suoni e allo studio accurato dei testi, trasmetta forza, sentimenti e passione che gli spettatori possano ricordare a lungo. Inizia così un percorso speciale, che porta questi 8 ragazzi a vivere una sinergia unica che trasforma ogni gesto in un momento magico da condividere con il pubblico che diventa puntualmente “uno di loro”, proprio come accade ai concerti del Boss.

Angelo Chiocca

Esuberante e vulcanico sassofonista triestino. E’ capace di “riempire” qualsiasi luogo con la sua dirompente presenza. E’ un vero tsunami della musica blues, un artista versatile con un’anima “black”. Suona in moltissime formazioni tra cui la Mike Sponza Band e Respect a night for Aretha.

Pierpaolo Foti

Nato il 4 maggio 1997 a Trieste, FVG. Ha affrontato lo studio del violino già all’età di 9 anni e si è laureato al Conservatorio “N.Paganini” di Genova. Ha partecipato a vari corsi di perfezionamento in Italia e all’estero con maestri di fama internazionale. Attualmente conta al suo attivo già numerosi concerti da solista tra teatri, piazze, mostre d’arte, eventi di gala, sfilate di moda, televisione, concerti in streaming e molto altro ancora e ha fatto parte di numerosi gruppi musicali suonando e componendo diversi generi: folk, blues, rock, metal, disco, classica, alternative, pop, sperimentale e musica da film e lavora con cantanti da tutto il mondo

Bruzai

Attivi dalla fine degli anni ’90, rileggono in chiave “punk rock old style” brani di vario genere musicale con un’energia ed un divertimento travolgente!

Federica Crasnich

Pianista, un po’ chitarrista, scrive canzoni… e non pensa ad altri che a Bruce! L’avete già conosciuta nelle passate edizioni..

Doober Dan

Nuova band fondata da Leo Zannier (attore, regista, musicista che ha deciso di calarsi nuovamente nei panni di batterista –  contemporaneamente anche canta), con la complicità del chitarrista Marko Ota e del bassista Edi Forni. Stanno da alcuni mesi registrando i loro brani originali in cui inserire tutte le loro competenze e passioni musicali internazionali fatte di blues, rock, funk. 

Norby's Filthy Guitar

Norby Violano (da Gradisca d’Isonzo), chitarrista dei Plymouth Fury, imbraccia la sua chitarra Gretsch e parte per un viaggio musicale dai pionieri della chitarra elettrica surf/ garage/ rock’n’roll degli anni ’50 – ’60 come Duane Eddy, Link Wray e Dick Dale fino ai più recenti brani rockabilly e western scritti da lui e pubblicati sia con i Filthy Boots che come solista nel suo ultimo EP di giugno 2021 “Lonely Guitar”.

Prisoners of Rock'n'Roll

Alcuni membri dei Blood Brothers capitanati da Zerbo vi trascineranno in un party carico di pezzi Rock’n’Roll intramontabili come Johnny B Good, Twist and Shout, You Never can tell, Summertime Blues, Burning Love…brani di Little richard, Jerry Lee Lewis, Surfaris, Gary US Bonds, Sam Moore, Sam Cook, Wilson Pickett ecc.. senza tralasciare brani indimenticabili della musica italiana anni 60. Una festa per tutti, coinvolgente e passionale!

Brazos - Black Suit Trio

Band blues/rockabilly che propone composizioni proprie e cover, in italiano e in inglese composta da tre giovani ed energici triestini che si ispirano a Stray Cats, Eddie Cochran, Gene Vincent, Steve Ray Vaughan, Gov’t Mule, Allman Brothers Band e Sugar Blue.
Spesso in giacca e cravatta, stile impeccabile ed entusiasmo contagioso.
Molte le performance della band tra festival e concerti locali, Italia, Slovenia e Austria. Hanno suonato con Rob Dye, Jesse Malin, Derek Cruz, Guy Davis, Joe D’Urso e Mike Sponza. Si sono esibiti con il duo Boogie the Cyborgs e hanno tenuto un concerto come headliners per il contrabbassista rockabilly Curtis Jensen.

CONTATTI

Per qualsiasi informazione, contattateci attraverso questo form. Vi risponderemo quanto prima.

7 + 2 =

Evento realizzato con la coorganizzazione di

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi