Afterglow

Afterglow

AFTERGLOW

Band fondata nel 2010 da Christian Krejner (chitarra) e Andrea Badodi (batteria), vede prima l’aggiunta di Guglielmo Cok (voce) e successivamente di Davide Falconetti (chitarra e voce), e poi trova la sua formazione definitiva solo alla fine del 2015 con l’arrivo del nuovo bassista Simone Tommaso Šuran Brunelli. Sempre nel 2015 gli AfterGlow distribuiscono il promo del loro primo cd raccogliendo ottime recensioni sia in Italia che all’estero.

L’album sintetizza in dieci canzoni l’essenza della band: un rock serrato e maturo che sposa una voce melodica e mai scontata. Un intrigante flirt tra l’American Rock e il Brit d’oltremanica.

Il 31 Dicembre 2015 vincono il titolo di “Best Unsigned Band” del sito italiano “rock metal essence”.

 

Canto Libero

Canto Libero

Canto Libero è un progetto che nasce come omaggio al periodo d’oro di Mogol – Battisti, e solo apparentemente lontana dal rock statunitense del palco del Calling. Il loro spettacolo, dopo aver conquistato il pubblico e riempito piazze e teatri in giro per l’Italia e all’estero, trova ulteriore riconoscimento a fine 2015 con un sold-out al Teatro Rossetti di Trieste che vede anche la partecipazione straordinaria di Mogol.
Un gruppo compatto e potente di grandi musicisti, che questa volta metteranno da parte il loro repertorio di scena per calarsi nei panni della E Street Band, ma anche in questa veste inedita, sapranno regalare grandi “Emozioni”!

Ozzella e Sax

Ozzella e Sax

Li vedremo anche in serata assieme alla loro The 57th Street Band, rispettivamente chitarra/voce e sax; da Milano un duo affiatato che sarà per la terza volta presente nella nostra manifestazione.

Davide Balbini

Davide Balbini

Per la prima volta assieme a noi il front man della Jersey Devil Band da Cremona.

Davide Van De Sfroos

Davide Van De Sfroos

Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos, è un cantautore e scrittore nato a Monza e cresciuto sul Lago di Como, il cui nome d’arte rappresenta una tipica espressione del dialetto tremezzino (o laghée) traducibile con “vanno di frodo”. In quindici anni di carriera musicale solista, ha pubblicato sei album di inediti, ha recentemente ricevuto il Premio Maria Carta e ha vinto due volte il Premio Tenco: come “Miglior autore emergente” nel 1999 e come “Migliore album in dialetto” nel 2002. Si è classificato quarto alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, brano scritto e cantato in dialetto tremezzino che ha dato il nome al quinto album, il cui successo ha fatto registrare il secondo sold out al Mediolanum Forum di Assago. Nel 2014 è uscito l’album in studio “Goga e Magoga”, che è arrivato al secondo posto della classifica FIMI/GfK dei dischi più venduti in Italia. La raccolta “Best of 1999-2011” è stata certificata disco d’oro. Ha partecipato lo scorso dicembre a una data italiana del Light of Day Benefit Tour dove ha portato una particolare versione della canzone di Springsteen “The ghost of Tom Joad” in dialetto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi